Patto di corresponsabilità educativa

 

 

VISTO il D.M. n°5834/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”;

VISTI i D.P.R. n°249 del 24/06/1998 e D.P.R. n°235 del 21/11/2007 “Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della Scuola secondaria”;

VISTO il D.M. n°16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generale ed azioni a livello nazionale  per la prevenzione del bullismo”;

VISTO il D.M. n°30 del 15 marzo 2007  “linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti”;

VISTA la Nota del M. I..U. R.  n° 3602 del 31 luglio 2008.;

CONSIDERATO che la formazione e l’educazione sono processi complessi e continui che richiedono la cooperazione, oltre che dell’alunno/studente, della scuola, della famiglia e dell’intera comunità scolastica.

Si stipula con la famiglia dell’alunno

…………………………………………………………………

il seguente patto educativo di corresponsabilità, con il quale

LA SCUOLA SI IMPEGNA A:

  • offrire agli alunni occasioni di apprendimento e favorire l’acquisizione degli strumenti di pensiero necessari per “imparare ad apprendere”;
  • promuovere la formazione della persona nel rispetto della singolarità e della complessità, valorizzando l’identità culturale di ciascuno;
  • favorire l’acquisizione dell’autonomia di pensiero, pur incoraggiando l’apprendimento collaborativo;
  • valorizzare tutte le forme di diversità, nel rispetto dei principi sanciti dalla Costituzione italiana, evitando che le differenze si trasformino in disuguaglianze;
  • organizzare un ambiente di vita idoneo non soltanto all’acquisizione di conoscenze e di abilità, ma anche alla formazione e allo sviluppo di abiti mentali e comportamentali socialmente utili e accettati;
  • porre particolare attenzione ai bisogni formativi e quindi alle attività di recupero e di sostegno, nonché alla valorizzazione delle eccellenze;
  • garantire la massima trasparenza nelle valutazioni e nelle comunicazioni, mantenendo un costante rapporto con le famiglie.

 

LO STUDENTE SI IMPEGNA A:

  • frequentare la scuola con regolarità ed essere puntuale all’inizio delle lezioni,
  • essere fornito di tutto ciò che necessita allo svolgimento delle attività scolastiche e ad averne cura;
  • rispettare le scadenze per la giustificazione delle assenze, dei ritardi e per la riconsegna dei riscontri agli avvisi scritti notificati ai genitori;
  • assolvere assiduamente agli impegni di studio anche durante gli orari di lezione;
  • tenere comportamenti rispettosi degli altri, nonché corretti e coerenti con gli impegni di studio;
  • rispettare le consegne degli insegnanti;
  • prestare l’attenzione necessaria durante l’attività didattica e partecipare alle lezioni con interventi opportuni, evitando le occasioni di disturbo;
  • rispettare le cose proprie ed altrui, gli arredi, i materiali didattici e tutto il patrimonio comune della Scuola;
  • evitare di sporcare  i locali assumendo atteggiamenti di noncuranza;
  • osservare le disposizioni per il miglioramento della sicurezza nella Scuola;
  • non compiere atti che offendano la morale, che impediscano la civile convivenza ed il regolare svolgimento delle lezioni;
  • vestire in modo decoroso, come forma di rispetto per gli altri, per l’Istituzione che si frequenta e per se stessi.
  • non utilizzare telefoni cellulari ed altri dispositivi elettronici durante le lezioni;
  • tenere anche fuori della Scuola un comportamento educato e rispettoso verso tutti e comunque non lesivo del buon nome della Scuola;
  • osservare le disposizioni organizzative dettate dal Regolamento di Istituto.

 

LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A: 

  • instaurare un dialogo positivo con la scuola, nel rispetto delle scelte educative e didattiche condivise;
  • rispettare l’Istituzione scolastica, mettendo in atto un dialogo costruttivo con tutto il personale della scuola;
  • favorire un’assidua frequenza dei propri figli, controllare quotidianamente le comunicazioni provenienti dalla scuola e partecipare con regolarità alle riunioni previste;
  • rispettare la libertà di insegnamento dei docenti e la loro competenza valutativa;
  • rispettare l’orario di ingresso a scuola e limitare le uscite anticipate a casi eccezionali;
  • risarcire l’Amministrazione scolastica dei danni arrecati per dolo o colpa grave;
  • presentare, discutere e condividere con i propri figli il presente patto educativo, sottoscritto con l’Istituzione scolastica.

 

Il genitore, nel sottoscrivere il presente patto, è consapevole che:

  • le infrazioni disciplinari da parte dell’alunno possono dar luogo a sanzioni;
  • nell’eventualità di danneggiamenti o lesioni a persone, la sanzione è ispirata al principio della riparazione del danno (art. 4, comma 5 del D.P.R. 209/1998, come modificato dal D.P.R. 235/2007);
  • il Regolamento di Istituto disciplina le modalità d’irrogazione delle sanzioni disciplinari e di impugnazione.

  

Il Dirigente scolastico, in quanto legale rappresentante dell’Istituzione e responsabile gestionale, assume l’impegno affinchè i diritti degli studenti e dei genitori, richiamati nel presente patto, vengano pienamente garantiti.

  

Viggiano, ………………                                                                                   

                                                                                                                                                                                                           

 IL DIRIGENTE SCOLASTICO    

 

_____________________________

I GENITORI DELL’ALUNNO

(padre/madre o entrambi)

 

_____________________________

 

_____________________________